Alberto Villa

30 anni da compiere quest’anno, sposato con Chiara e papà di Bianca.

ALBERTO VILLA

Fin da bambino ho una grande passione per la politica pur non essendo figlio d’arte, vengo da una famiglia normale che in paese tanti conoscono e che vive in questo comune da più di 300 anni. Una passione che deriva dal piacere di realizzare progetti per gli altri e insieme agli altri, Sindaco dei Ragazzi e delle Ragazze ai tempi delle scuole medie, rappresentante d’istituto a quelli delle scuole superiori; impegnato per tanti anni in oratorio come animatore ed educatore.

Laureato in Scienze Politiche all’Università degli Studi di Milano con una tesi sul “Pensiero Politico di Friedrich August von Hayek” fondatore della Scuola Economica Austriaca, premio Nobel per l’Economia, padre della dottrina liberale moderna e ispiratore (con una sua teoria sulla condivisione dell’informazione) di Wikipedia.

Durante gli studi ho sempre lavorato, ho fatto un po’ di gavetta come fattorino e in un call-center, poi ho vinto un business game che simulava la gestione di un’azienda organizzato da Confcommercio e il premio è stato uno stage presso ASSEPRIM, l’associazione di categoria che rappresenta i servizi e il terziario avanzato, li sono rimasto come collaboratore per doversi anni occupandomi di marketing e curando la pubblicazione di una serie di libri-guida per le imprese su svariate tematiche: dalla responsabilità sociale d’impresa alla gestione dei collaboratori. Terminati gli studi ho iniziato a lavorare in AFOL (Agenzia per la Formazione l’Orientamento e il Lavoro) occupandomi, prima, di supporto alla creazione d’impresa, ora, di sicurezza, logistica e manutenzione.

La mia vita “politica” è scandita invece dalle elezioni, dico scherzando con gli amici che mi faccio votare da quando ho 8 anni, per fare il capoclasse. Tra quelle più significative metterei la prima elezione (persa) per fare il Sindaco dei Ragazzi; a 13 anni ho imparato una grande lezione, che non sempre in politica vincono i più bravi, tant’è che venni sconfitto a sorpresa dalla lista dei più “famosi” della scuola. L’anno dopo per fortuna mi sono rifatto. Durante i miei studi superiori all’istituto all’Argentia di Gorgonzola, dove mi sono diplomato in ragioneria, ho ottenuto uno dei successi elettorali più incredibili che ancora oggi ricordo con orgoglio, l’elezione a rappresentante degli studenti in consiglio di istituto con 507 voti su poco più di 800 studenti.

Inizia poi la mia esperienza nella politica “vera”, la mia prima candidatura al consiglio comunale di Pessano con Bornago nel 2006, che mi porterà a subentrare in consiglio comunale nel novembre 2008 e la seconda nel 2011, dove con 270 voti di preferenza risulto il consigliere più votato (qualcuno sostiene il più votato di tutti i tempi, sicuramente della seconda repubblica). Nel 2014 l’ultima mia elezione, alla Città Metropolitana di Milano, l’ente che ha sostituito la vecchia Provincia, mai abolita, l’unica cosa abolita è stato il voto dei cittadini, tant’è che al voto partecipano solo i consiglieri comunali e i sindaci dei 133 comuni della provincia di Milano. Anche qui un grande risultato, con 3.408 voti risulto il 3° più votato di tutta la provincia. Una bella soddisfazione, sintomo di grande stima da parte di molti consiglieri comunali e sindaci di tanti comuni, nonché evidentemente di un buon lavoro svolto da me in questi anni.

Oggi sono pronto a mettere tutte le conoscenze e le esperienze acquisite in questi anni a disposizione della mia Pessano con Bornago.